La Rosa Rugosa e i suoi Ibridi

rosa rugosa
rosa rugosa

Rosa Rugosa è una specie botanica, o selvatica, originaria della Cina sudoccidentale e del Giappone, alquanto insolita. Ha caratteristiche talmente peculiari che, fatta eccezione per alcune sue varietà di complessa ibridazione, è la più facilmente riconoscibile a prima vista anche dai meno esperti.

Durante la stagione invernale è talmente nuda, coi suoi fusti sottili e grigi, cosparsi fittamente di spine setolose, che sembra praticamente morta. E in primavera è una delle più precoci a vegetare. Generalmente, presenta un aspetto compatto, con foglie verde chiaro, ruvide e rugose alla vista e al tatto. I suoi fiori sono semplici, rosa magenta, o rosa tenue molto chiaro e luminoso, con una veste piacevolmente spiegazzata, ed hanno prominenti stami gialli. Fiorisce continuamente dalla Primavera all’Autunno, fatto insolito per una botanica, e i suoi fiori sono fortemente e inconfondibilmente profumati.

In Autunno le foglie diventano giallo dorato intenso e uniforme; compaiono anche le prime bacche, insieme agli ultimi fiori, grandi, tonde e arancioni, simili a pomodori.

bacche di rosa rugosa

Un’altra caratteristica importante di rosa rugosa è la sua totale immunità a qualunque malattia crittogamica. Questa dote viene talvolta attribuita, indebitamente, anche ai suoi ibridi, il che non corrisponde assolutamente al vero. Molte varietà di rugosa, soprattutto le più moderne, sono perfettamente sane, mentre alcune altre possono facilmente contrarre ruggine e ticchiolatura per eccesso di umidità. A questo proposito, la nostra esperienza in vivaio, confortata da quella di molti altri rosicoltori, raccomanda di non eseguire mai i trattamenti quando le temperature sono alte e di non utilizzare antifungini che stazionino a lungo sulle foglie perché, essendo molto sensibili, irrimediabilmente si bruciano.

Non abbiamo trovato notizie precise ed attendibili circa l’anno di introduzione in Europa di rosa rugosa. Un fatto, tuttavia, salta subito all’occhio: la maggior parte dei primi Ibridi di Rugosa si addensa, improvvisamente e curiosamente, tra la fine del XIX secolo e gli inizi di quello successivo. Sembra quasi che l’osservazione di questa specie selvatica, della sua robustezza, dell’estrema rusticità al freddo e della perfetta resistenza alla siccità, abbiano d’un tratto convinto gli ibridatori ad intraprendere questa nuova strada.

La storia degli Ibridi di Rugosa non si è mai conclusa: si protrae fino ai giorni nostri, con nuove e interessanti introduzioni che ne fanno una rosa estremamente duttile nell’uso e adattabile in diverse condizioni. E proseguirà probabilmente, per altri decenni ancora. Rimangono immutate, della specie originaria, la continua rifiorenza, e l’inconfondibile, penetrante profumo.

Agnes

Agnes

Origini Saunders, Canada, 1922

Progenitori  Rosa Rugosa x Foetida Persiana

Portamento Arbusto alto, eretto e compatto

Fioritura Meravigliosa in primavera, più scarsa dopo.

Profumo Intenso, di Limone

 

Note: una varietà molto robusta. Una delle pochissime Rugosa a fiore giallo.

 

Blanc double de Coubert

Blanc double de Coubert

Origini Cochet-Cochet, Francia, 1892

Progenitori  Rosa Rugosa x Sombreuil

Portamento Arbusto grande, denso, foglioso e compatto

Fioritura Continua

Profumo Intenso e penetrante

 

Note: pianta molto sana. La più amata tra le Rugosa. Spettacolare il giallo dorato delle foglie in Autunno.

 

Conrad Ferdinand Meyer

Conrad Ferdinand Meyer

Origini  Müller, Germania, 1929

Progenitori   Rosa rugosa x Gloire de Dijon

Portamento  Rampicante, m. 4 x 2,5

Fioritura  Rifiorente

Profumo  Dolce e penetrante

 

Note: non facilmente riconoscibile come Ibrido di Rugosa, se non per le numerose spine. Il suo vigore è incontenibile. Una delle “basi” utilizzate da David Austin.

Red Foxy

Origini  Uhl, Germania, 1989

Portamento  Arbusto compatto e denso

Fioritura  Quasi continua

Profumo  Speziato e penetrante

 

Note: una rosa immune da malattie, tollerante dei suoli poveri.

Hansa

Hansa

Origini  Schaum & Van Tol, Olanda, 1905

Portamento  Arbusto vigoroso e slanciato

Fioritura  Lunghissima e continua

Profumo  Intenso e dolce

Ibisco

Ibisco

Origine: Italia

Portamento Cespuglio alto e ampio

Fioritura Molto rifiorente e lunga

Profumo Medio e dolce

 

Note: una rosa misteriosa, non facilmente riconoscibile come membro di questo gruppo, di cui non sappiamo nulla e della quale è pressoché impossibile trovare informazioni. Cio che maggiormente colpisce è l’insolito color rosso corallo intenso, molto luminoso e allegro, con una leggera sfumatura bianca al centro. Arbusto molto sano e vigoroso.

Mrs Anthony Waterer

Mrs Anthony Waterer

Origini  Waterer, Gran Bretagna, 1889

Progenitori  Rosa Rugosa x Général Jacqueminot

Portamento Arbusto ampio, grande e arcuato

Fioritura Precoce e rifiorente

Profumo Molto intenso e dolce

Rose à Parfum de l'Hay

Rose à Parfum de l'Hay

Origine  Graveraux, Francia, 1901

Progenitori ( Rosa Damascena x Général Jacqueminot) x Rosa Rugosa

Portamento  Arbusto eretto e vigoroso

Fioritura   Rifiorente

Profumo  Intenso e dolce

 

Sarah van Fleet

Sarah van Fleet

Origini  Van Fleet, Stati Uniti, 1926

Progenitori   Rosa Rugosa x My Maryland

Portamento  Arbusto grande, eretto e vigoroso

Fioritura  Continua, a ondate

Profumo  Intenso e dolce

 

Note: sicuramente una delle varietà più belle e “romantiche”. Si dice che sia soggetta alla ruggine, ma a noi non risulta. Non produce bacche.

 

Thérèse Bugnet

Thérèse Bugnet

Origini  Bugnet, Canada, 1950

Portamento  Arbusto alto e slanciato

Fioritura  Rifiorente

Profumo  Molto forte e dolce

 

Note: la più elegante tra le Rugosa, a parer nostro, dal fogliame piccolo e appuntito, leggermente seghettato, al bocciolo affusolato racchiuso da sepali sottili che lo sovrastano con deliziose volute, al fiore di un magnifico rosa brillante e dai petali piacevolmente arruffati, quasi in stile antico. Gli steli sono sottili, rossi, e privi di spine.

La sua parentela con Rosa Rugosa non si intuisce agevolmente a causa della complessa genealogia.

 

 

Moje Hammarberg

Moje Hammarberg

Origini: Hammarberg, Svezia, 1931

Portamento: grande arbusto compatto

Fioritura: rifiorente

Profumo: intenso, classico delle rugose.

Share by: