• cura parchi
  • Albertine
  • vivaio roma
  • vendita pante
  • vendita rose roma

La rosa multiflora, nella sua forma botanica, è originaria del Giappone settentrionale ed è una rosa di capitale importanza per comprendere lo sviluppo delle rose moderne. E’ una forma molto vigorosa, dai lunghi rami capaci di strisciare per decine di metri o di arrampicarsi tranquillamente sugli alberi, con un bel fogliame grande, vellutato e lussureggiante, e poche grandi spine. Sebbene la fioritura duri molto poco, ha un valore ornamentale notevole, perché è costituita da enormi pannocchie di fiorellini bianchi piccolissimi, fortemente profumati di muschio, che rivestono completamente la pianta, nascondendo quasi del tutto le foglie.

Per la sua spettacolarità, già nell’antica Cina, fu oggetto di numerose ibridazioni. Una varietà molto antica, la “rosa multiflora carnea”, a fiore doppio (probabile incrocio con rosa chinensis ) fu importata in Europa nel 1804, e “ritratta” da Redouté. Dopo un avvio timido, durato vari decenni, in cui la qualità più apprezzata era quella di portainnesto, è a cavallo tra il XIX e il XX secolo che il successo delle multiflora esplode incontenibile, con l’introduzione di numerose cultivar sarmentose che, insieme alla wichuraiane, rivoluzioneranno definitivamente la struttura e l’estetica del giardino occidentale.

Caratteristiche comuni delle sarmentose multiflora sono, dunque, il grande vigore, le foglie grandi e lussureggianti, e soprattutto la straordinaria profusione di fiori, medio piccoli e riuniti in grandi mazzi o corimbi: nessuna varietà di rosa, neppure oggi, raggiunge l’abbondanza delle multiflora quando sono in piena fioritura.

La rosa multiflora, per concludere, ha trasmesso i suoi geni a tutte quelle varietà, classiche e moderne, che vengono comunemente denominate “rose a grappolo”. Polyanta, Ibridi di Moschata, Floribunda, sono i principali gruppi ornamentali. Di cui parleremo a parte.

Rosa Blue Magenta

Rosa Blue Magenta

Origine. Sconosciuta.

Portamento Sarmentosa, m. 5 x 3

Fioritura Unica e tardiva

Profumo Dolce e muschiato

 

Note: Blue Magenta o Bleu Magenta? I due nomi vengono usati indifferentemente. Noi preferiamo la versione francese perché questa popolare sarmentosa, delle cui origini non si sa nulla, fu introdotto a metà del secolo scorso dai giardini di L’Hay-les-Roses.

I piccoli fiori sono raggruppati in corimbi popolosi, si aprono piatti con un bel porpora profondo e trascolorano lentamente al blu violetto a partire dai petali centrali disposti graziosamente intorno agli stami gialli. Fioritura nella tarda Primavera, copiosa e prolungata. I fusti sono lisci e lucidi, con pochissime spine, e abbonfdante fogliame semilucido. Una delle multiflora più apprezzate per la sua bellezza.

Rosa Lauré Davoust

Rosa Lauré Davoust

Origine Laffay, Francia, 1834

Portamento Sarmentosa, m. 6 x 4

Fioritura Unica

Profumo Dolce e muschiato

 

Note: la profusione di fiori di Lauré Davoust è davvero impressionante. I mazzi sono enormi e quasi congestionati di fiori piccoli e perfetti, con un occhio centrale molto evidente, e un buon profumo muschiato. Si aprono con un bel rosa deciso ma virano lentamente al bianco, per cui la mescolanza dei due colori crea un effetto delizioso e affascinate. Bel fogliame grande e scuro.

 

 

Rosa Rambling Rector

Rosa Rambling Rector

Origine Daisy Hill, Irlanda del Nord, intorno al 1900

Portamento Sarmentosa, m. 6 x 5

Fioritura Unica

Profumo Dolce e muschiato.

 

Note: grandi grappoli di fiori semidoppi, bianco puro con stami dapprima giallo dorato e poi marroni e un buon profumo muschiato. L’abbondanza della fioritura è straordinaria e il fogliame diventa quasi invisibile. Una rampicante vigorosa , con un bel fogliame elegante, immune da malattie. Ottima la produzione di cinorrodi in autunno.

Probabilmente una varietà abbastanza vecchia, ritrovata e reintrodotta dal vivaio Irlandese Daisy Hill.

 

Rosa Rosemarie Viaud

Rosa Rosemarie Viaud

Origine Igoult, Francia, 1924

Progenitori Pianta da seme di Veilchenblau

Portamento Sarmentosa, m. 6 x 4

Fioritura Unica

Profumo Dolce e muschiato

 

Note: pianta da seme o “plantula” è la definizione che si dà all’ibrido creatosi dall’impollinazione spontanea di un fiore. Questo è il caso di Rosemarie Viaud che ha il fascino irresistibile della “morbidezza”: delle foglie grandi e allungate, ma soprattutto dei corimbi di fiori, sostenuti da lunghi peduncoli che li fanno “pendere” elegantemente dalla pianta. Il colore dei fiori, inizialmente è un rosso porpora scuro che vira velocemente ad un violetto di Parma intenso, ravvivato, qua e là, da piccole striature bianche. Sarmentosa molto vigorosa e veloce nella crescita, con fusti quasi del tutto privi di spine.

 

Rosa Russelliana

Rosa Russelliana

Origine Sconosciuta. Intorno al 1840

Portamento Sarmentosa, m. 6 x 4

Fioritura Unica e precoce

Profumo Dolce e muschiato

 

Note: nota anche con Old Spanish Rose e Souvenir de la Bataille de Marengo(anno 1800, guerre Napoleoniche) . Ma nessuno di questi due nomi è una sicura attibuzione per quanto riguarda le origini. Sicuramente, tra le sarmentose multiflora, è una delle più antiche.

E’ un arbusto dai lunghi sarmenti, ricoperti di piccolissime spine, che possono arrampicarsi fino a otto metri e da foglie medio grandi, ruvide e opache , verde intenso. Per contro è una pianta che si accontenta di poco, anche di suoli poveri. Complessivamente i fiori, piccoli e piatti, hanno un aspetto arruffato, con un occhio centrale, di un rosso granato con screziature bianche, che virano rapidamente al rosa malva. Ottima pianta da giardino dove vale molto più per l’effetto d’insieme tipico delle multiflora che per il dettaglio.

Rosa Veilchenblau

Rosa Veilchenblau

Origine Schmidt, Germania, 1909

Progenitori Crimson Rambler x Erinnerung an Brod

Portamento Sarmentosa, m. 6 x 3

Fioritura Unica, abbastanza precoce

Profumo Dolce e fruttato

 

Note: pensate che questa splendida, insolita rosa, fu creata per farne un portainnesto. E per alcuni anni fu utilizzata come tale: di facile radicamento, totalmente priva di spine, si prestava benissimo allo scopo.

Una rosa insolita, la più “blu” di questo gruppo di sarmentose, con piccoli fiori porpora che trascolorano rapidamente al viola e infine al lilla grigio, con ampie chiazze bianche intorno al ciuffo dorato di stami. Un’ esposizione fresca favorisce l’intensità dei colori, un’eccessiva insolazione li appiattisce rapidamente. Fogliame splendido. Ottimo accostamento per rose a fiori rosa chiaro, o con arbusti a fogliame grigio.

VIVAIO TARONI | 433, Via Della Pisana - 00163 Roma (RM) - Italia | P.I. 07307781000 | Tel. +39 06 66160845   - Cell. +39 320 7637199 | Fax. +39 06 66160845 | vivaiotaroni@gmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite