• cura parchi
  • Albertine
  • vivaio roma
  • vendita pante
  • vendita rose roma

Per qualche tempo, questo gruppo venne designato più opportunamente con l’eponimo di “Rose Pemberton”, perché in realtà pare che abbiano poco a che fare con la botanica rosa moschata. Ma possiamo continuare tranquillamente ad indicarle con questo nome purché non le si confonda, come spesso avviene nella traduzione italiana dall’inglese, con le rose muschiate (o muscose) che costituiscono, come abbiamo visto, un gruppo di rose totalmente diverso (anche se la botanica rosa moschata ha un forte profumo di muschio). Ma chi era Pemberton?

Joseph Pemberton, meglio conosciuto come il Reverendo Pemberton, era un pastore anglicano che, alla fine del suo ministero religioso, spinto da una grande passione per le rose, si cimentò nella loro ibridazione.

Egli utilizzò come base di partenza la rosa “Trier”, una sarmentosa multiflora di medie dimensioni, a fiore semplice bianco e molto rifiorente, ibridata da Peter Lambert nel 1904 e dedicata alla sua città natale. Nel patrimonio genetico di Trier, c’è invero qualche traccia di rosa moschata. Pemberton la ibridò con alcuni Ibridi di Tea ottenendo i primi risultati importanti e, successivamente, incrociò i risultati ottenuti tra di loro.

Per essere un dilettante, Pemberton ha mostrato di essere un uomo dotato di grande talento, sia per i traguardi che ha raggiunto sia per aver creato una nuova “razza” che costituisce una pietra miliare nella storia delle rose.

 

Le rose di Pemberton hanno fusti verdi, foglie glabre e semilucide di color verde medio brillante, e sono quasi prive di spine. Nell’originario clima inglese costituiscono arbusti molto grandi ed espansi, mentre nei climi caldi come il nostro si prestano molto bene ad essere utilizzati come vigorosi rampicanti. Questa loro vigoria, con la conseguente difficoltà ad allevarle bene in vaso, costituisce forse la ragione principale per cui non è frequente trovarle nei vivai specializzati in rose.

I loro colori sono molto brillanti, i fiori sono di varie dimensioni, generalmente a grappoli, e sono intensamente profumati.

Pemberton lasciò il suo allevamento di rose ai coniugi Bentall, suoi giardinieri, che ne raccolsero l’eredità creando nuovi Ibridi di Moschata tra i quali, ad esempio Ballerina, ancora oggi molto popolari tra il grande pubblico.

Molte altre Ibride Moschata, di notevole importanza, si devono invece al multiforme ingegno di Peter Lambert e, ai giorni nostri, soprattutto al belga Louis Lens.

Rosa Buffy Beauty

Rosa Buffy Beauty

Origine Bentall, Gran Bretagna, 1939

Progenitori William Allen Richardson x sconosciuta

Portamento Arbusto grande e lasso o Rampicante

Fioritura Quasi continua

Profumo Intenso e fruttato

 

Note: una varietà bellissima, dal fogliame ricco, verde intenso e lussureggiante. I fiori sono doppi, color albicocca in boccio e giallo camoscio (Buff) quando completamente aperti. Il profumo è di pesca matura, molto intenso. Da lasciare libera in un grande giardino, o da utilizzare come rampicante.

Rosa Cornelia

Rosa Cornelia

Origine Pemberton, Gran Bretagna, 1925

Portamento Grande arbusto o Rampicante

Fioritura Rifiorente

Profumo Intenso e muschiato

 

Note: Cornelia era il nome di una delle figlie di Pemberton, il quale dedicò molte delle sue creazioni alle sue numerose figlie. Cornelia è senza dubbio la più fiorifera, con fiori piccoli in grandi e popolosi corimbi che, in bocciolo, assomigliano a grani di corallo sospesi tra le foglie. Quando si aprono, le corolle si appiattiscono, e il color rosa salmone, invecchiando, lentamente sbiadisce: la fioritura più bella è dunque quella delle Primavere fresche o dell’Autunno, quando i colori permangono intensi. Come arbusto è il più compatto tra gli ibridi di moschata. Ottimo anche come rampicante.

 

Rosa Felicia

Rosa Felicia

Origine Pemberton, Gran Bretagna, 1928

Progenitori Ophelia x Trier

Portamento Grande Arbusto

Fioritura Quasi continua

Profumo Intenso e fruttato

 

Note: secondo molti, la più bella tra le moschate di Pemberton. I fiori sono doppi, ma i petali, a completa apertura, sono lievemente disordinati e morbidi, di un color rosa molto brillante con sfumature albicocca e un intenso profumo fruttato. Non si lascia facilmente ridurre a rampicante, è più facile farne un grande albusto con rami arcuati che fioriscono in tutta la loro lunghezza. Si raccomandano potature molto lievi ed accorte.

Bello anche il fogliame, molto scuro e lucido. Attenzione alle poche ma insidiose spine.

 

Rosa Francesca

Rosa Francesca

Origine Pemberton, Gran Bretagna, 1922

Progenitori Danae x Sunburst

Portamento Grande arbusto o Rampicante

Fioritura Rifiorente

Profumo Muschiato e fruttato

 

Note: persino un nome italiano tra le figlie del Reverendo. Francesca è una rosa affascinante di cui è facile innamorarsi incondizionatamente, soprattutto in Autunno, quando la rifiorenza eguaglia quella primaverile e il ricco color ambra del bocciolo affusolato, aprendosi in una grande corolla dalla forte fragranza fruttata, mantiene più a lungo la soave tonalità camoscio. Il bel fogliame sano, scuro e lucido e lo sfondo più appropriato. Molto docile come rampicante di media dimensione. Trovate per lei in giardino una posizione fresca e luminosa e non vi libererete più dalla sua malìa.

Rosa Mozart

Rosa Mozart

Origine Lambert, Germania, 1937

Progenitori Robin Hood x Rote Pharisaer

Portamento Grande arbusto compatto con rami lunghi e arcuati

Fioritura Rifiorente

Profumo Intenso e muschiato

 

Note: una rosa deliziosa, di grande successo ancora oggi, con grandi mazzi di fiori piccoli, semplici, con centro bianco circondato da un rosa ciliegia che sbiadisce gradatamente al rosa chiaro. La fioritura è lunga e ripetuta, abbondante, con produzione di una discreta quantità di piccole bacche in autunno. Bellissimo il fogliame stretto e allungato, verde medio brillante e immune da malattie fungine.

Rosa Paul's Himalayan Musk

Rosa Paul's Himalayan Musk

Origine William Paul, Gran Bretagna, 1916

Portamento Sarmentosa, m. 10 x 3

Fioritura Unica e tardiva, inizio estate

Profumo Intenso e muschiato

 

Note: non è un Ibrido di Moschata nel senso specificato nel capitolo introduttivo. Probabilmente ha una qualche parentela con rosa moschata per via delle foglie reclinate e un po’ lucide e le rade spine uncinate e cattive. Ma potrebbe avere a che fare anche con rosa multiflora.

E’ una grande scalatrice, con fusti medi e semirigidi capaci di conquistare la chioma di un albero e da lì ricadere verso il basso con grandi zampilli colmi di fiori a mazzi, bianco rosati e intensamente fragranti.

 

Rosa Penelope

Rosa Penelope

Origine Pemberton, Gran Bretagna, 1924

Progenitori Trier x Ophelia

Portamento Grande arbusto o Rampicante

Fioritura Rifiorente

Profumo Dolce e muschiato

 

Note: invertendo l’ordine dei fattori, il prodotto non cambia. Ma questo avviene soltanto in matematica, perché Penelope (altra figlia del Reverendo), ha gli stessi progenitori, invertiti, di Felicia. Il suo fogliame, da giovane è rosso prugna, mentre i fiori sono semplici, poco più che due giri di petali ondulati, con prominenti stami giallo limone. Sbocciano in grappoli numerosi e stretti per via dei peduncoli corti, con grande ed elegante profusione, e profumano fortemente

Penelope è un classico esempio di come possa variare il comportamento di una rosa in condizioni climatiche differenti. Nei climi freschi è una arbusto tondeggiante e compatto e rifiorisce a stento in autunno. Nei climi caldi diventa un vigoroso rampicante, rifiorisce con grande abbondanza in autunno, con grappoli più fitti e abbondanti e una colorazione decisamente più interessante di quella primaverile.

Rosa Robin Hood

Rosa Robin Hood

Origine Pemberton, Gran Bretagna, 1927

Progenitori Pianta da seme x Miss Edith Cavell (una Polyantha)

Portamento Grande arbusto espanso

Fioritura Quasi continua

Profumo Delicato

 

Note: una delle più spettacolari creazioni di Pemberton, progenitore di Mozart, ma anche della rosa più coltivata al mondo: la floribunda Iceberg. Una rosa di grande vigore, un cespuglio denso con lunghi rami arcuati, fitti di foglioline verde brillante con venature evidenti e ricoperti per l’intera lunghezza da enormi grappoli di fiori piccoli e quasi semplici, di color porpora ciliegia con centro bianco. La prima fioritura è tardiva e lunghissima e si ripete quasi con uguale abbondanza in Autunno.

Rosa Thisbe

Rosa Thisbe

Origine Pemberton, Gran Bretagna, 1918

Portamento Arbusto compatto

Fioritura Rifiorente

Profumo Medio e muschiato

 

Note: sebbene non sia un Ibrido di Moschata in senso stretto, Thisbe è tuttavia una delle rose più interessanti di Pemberton. E’ un arbusto medio-grande e compatto, molto vigoroso, con un bel fogliame abbondante, sano, verde e semilucido. I fiori sono portati in grandi mazzi dai peduncoli corti, color giallo limone e ben profumati, prodotti in gran profusione fino all’autunno. Una rosa estremamente raffinata, per “palati” esigenti.

 

Rosa Vanity

Rosa Vanity

Origine Pemberton, Gran Bretagna, 1920

Portamento Rampicante, m. 4 x 2

Fioritura Rifiorente

Profumo Medio e muschiato

 

Note: Vanity è il prodotto da seme di un Ibrido di Tea rampicante (Chateau de Clos Vougeot) con una moschata sconosciuta. Un rampicante di notevole bellezza, con i suoi grandi fiori semplici e aperti, dai petali ondulati rosa ciliegia brillante macchiato di bianco, e vistosi stami dorati. Sono intensamente profumati e prodotti in abbondanza in grandi corimbi. Ottima la rifiorenza in autunno e, ovviamente, l’intensità del colore.

Rosa Moonlight

Origini-. Pemberton, Gran Betagna, 1913

Portamento: grande arbusto espanso

Fioritura: ripetuta

Profumo: leggero e muschiato

 

Note: come molte rose del Reverendo, questo meraviglioso "Chiaro di luna" spande i suoi lunghi tralci in una grande fontana che, a primavera, si riempie di piccole rose bianchissime, poco più che semplici, illuminate dall'interno da un fantastico ciuffo di stami color giallo zafferno. Rifiorisce meno copiosamente in autunno, ravvivata anche dalla presenza di piccole bacche rosse.

 

Rosa Pax

Pax

Origini: Pemberton, Gran Bretagna, 1918

Portamento: grande a rbusto

Fioritura: rifiorente

Profumo: molto intenso

 

Note: i fiori di Pax , invece, sono molto grandi, semidoppi, con un vistoso ciuffo di stami gialli al centro che illuminano i petali bianchi con vaghissime sfumature limone. Il profumo incantevole li impreziosisce.

L'arbusto è molto vigoroso, ricco di spine, e di belle foglie grandi verde medio, rosse quando sono giovani. Ottima anche come piccolo rampicante, su siepi di confine o sul ciglio di un muretto o scarpata dal quale lancerà i suoi lunghi rami arcuati capaci di riempirsi di fiori per tutta la loro lunghezza.

VIVAIO TARONI | 433, Via Della Pisana - 00163 Roma (RM) - Italia | P.I. 07307781000 | Tel. +39 06 66160845   - Cell. +39 320 7637199 | Fax. +39 06 66160845 | vivaiotaroni@gmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite