• cura parchi
  • Albertine
  • vivaio roma
  • vendita pante
  • vendita rose roma

Le rose Alba sono di origini molto antiche. Secondo alcuni erano già conosciute in epoca romana, ma la loro presenza è sicuramente attestata nel basso medio evo: una di esse, la Alba Semiplena probabilmente compariva nello stemma degli York nella famosa Guerra delle due rose. Le più antiche non sono specie botaniche ma ibridi spontanei e, a seconda delle teorie, vengono annoverati tra i loro genitori, la rosa canina, la rosa villosa, la rosa gallica, la rosa damascena e la rosa corymbifera, variamente combinate tra di loro. Tra queste ci affascina molto l’idea della rosa canina perché l’elegantissimo fogliame delle Alba è costituito da foglioline seghettate, opache, di color grigio-glauco che, in alcuni casi, diventa quasi azzurrino. Sono piante dalle grandi dimensioni che richiedono pochissime cure, perché si adattano a terreni poveri, resistono a bassissime temperature, sono immuni da malattie.

Non occorrono potature drastiche perché le Alba s’impalcano bene da sole, e sfruttando le loro dimensioni, si possono utilmente far crescere a parete o come siepe. A meno che non si voglia contrastare la loro tendenza a spogliarsi alla base: in questo caso fate una potatura più severa e allevatele ad arbusto o come esemplare isolato. La fioritura è unica, tra Maggio e Giugno, e molto generosa. Posizionatele in luoghi un po’ freschi del giardino perché le temperature torride rovinano facilmente i fiori. Se avete spazio a sufficienza, la tecnica della cordonatura orizzontale o, come dicono gli Inglesi, del pegging down, favorirà gettiti nuovi e una fioritura più abbondante. Le Alba devono la loro fama alla perfezione dei fiori, al romantico colore pastello, dal bianco al rosa, e soprattutto all’inconfondibile, forte profumo di rosa antica che le ha viste sempre protagoniste, soprattutto in passato, nell’estrazione dell’essenza di rosa.

Rosa Alba Celestial

Rosa-alba-Celestial.

Origine: Olanda XVIII secolo

Portamento : Arbustivo

Fioritura : Unica tra Maggio e Giugno

Profumo : Intenso e dolce

 

Note: pianta molto vigorosa, arriva anche a 2 metri di altezza, dal caratteristico fogliame verde-glauco che accompagna elegantemente i fiori semidoppi, rosa delicato, con evidenti stami dorati.

Il loro profumo si spande dolcemente nell’aria nelle ore più fresche della giornata.

Rosa Alba Maxima

Rosa Alba Maxima

Origine : Molto antica

Portamento: arbusto grande

Fioritura : Unica tra Maggio e Giugno

Profumo : Molto intenso

 

Note: pare che sia la piu antica tra le Alba conosciute, addirittura citata da Boccaccio nel suo Decameron. Il fogliame grigio piombo fa da sfondo ai boccioli rosa che si aprono in fiori bianco rosato, un po’ disordinati, che poi sbiadiscono in un bianco crema perfetto. Il fiore è leggermente più grande rispetto a quello delle altre alba e il suo profumo indimenticabile.

 

Rosa Koenigin von Danemark

Konigin Von Danemark

Origine : Booth, Gran Bretagna, 1826

Portamento : Arbusto

Fioritura . Unica tra Maggio e Giugno

Profumo . Molto dolce e intenso

 

Note: La regina di Danimarca a cui è stata dedicata era Maria Sofia, che autorizzò Booth a dare il suo nome a questa magnifica rosa. Non senza qualche guaio legale, perché l’ibridatore fu investito dall’accusa, infondata, di aver reintrodotto una vecchia rosa e di averle cambiato il nome per compiacere la sovrana.

Koenigin von Danemark (o Queen of Denmark) è, si dice, la più bella tra le rose Alba. Il suo fiore, si apre in modo perfetto, morbidissimo, di un rosa intenso che, invecchiando, sbiadisce nei petali esterni. Poi diventa quadrato col tipico bottoncino centrale. Cercatele in giardino un posto dove il sole non sia cocente e avrete i migliori risultati.

Rosa Maiden's Blush (Rosa Alba Incarnata)

Maiden's Blush

Origine : Francia o Inghilterra del XVI secolo

Portamento : Arbusto grande

Rifiorenza : Unica tra Maggio e Giugno

Profumo : Profumatissima

 

Note: se la guardate bene, capirete perché quest’Alba è chiamata anche “la Virginale”, “Rosa Alba Incarnata” e dai Francesi “Cuisse de nimphe ému”. Il fogliame è uno tra i più belli delle Alba ed il fiore, di un delicato rosa carnicino, sboccia a piccoli mazzi, a forma di coppa. Profumo meraviglioso.

 

Rosa Mme Plantier

Rosa Mme Plantier

Origine : Plantier, Francia, 1836

Portamento : Rampicante

Rifiorenza : Unica tra Maggio e Giugno

Profumo : Molto intenso e dolce.

 

Note: Il suo posto tra le Alba non è sicuro perché i genitori non sono noti. Peter Beales la classifica tra le Damascene e qualcun altro avanza l’ipotesi delle Noisettes o delle Boursault. Ma che importanza possono avere queste diatribe accademiche di fronte a questi mazzi bianchi e opulenti di panna montata, deliziosamente profumati?

 

Rosa Felicité Parmentier

Felicité Parmentier

Origine Parmentier – Belgio 1834

Portamento Arbusto medio

Fioritura Unica tra Maggio e Giugno

Profumo Molto intenso

 

Note: la prima volta che dovesse capitarvi di vedere una Felicité Parmentier adulta in piena fioritura potreste svenire per l’emozione di fronte a tanta bellezza. Si tratta di un arbusto ordinato e compatto, non molto grande, con il caratteristico fogliame grigio-azzurrino. I fiori non sono enormi, come piacerebbe a molti moderni rosomani, ma della giusta grandezza e perfetti, l’icona esatta dell’antica rosa europea, a coppa, quartati, con oltre 120 petali di un rosa tenuissimo e fortemente profumati.

Qualcuno scrive, e non stentiamo a crederlo, che una sola pianta adulta arrivi a produrre circa 800 fiori in una stagione. E scusate se è poco.

Rosa Chloris

Rosa Chloris

Origine Descemet –Francia – 1815/1820

Portamento arbusto grande

Fioritura Unica tra Maggio e Giugno

Profumo Molto intenso

 

Note: Chloris è un grande arbusto dai lunghi rami arcuati e privi di spine, ed una pianta adulta diventa una grande fontana zampillante di fiori. A differenza della maggior parte delle alba, il suo fogliame è di un verde scuro ed intenso, caratteristica che lascia supporre la presenza di una rosa gallica tra i suoi genitori (nei vecchi cataloghi esisteva una cultivar di gallica con lo stesso nome).

Il fiore è ricco e denso di petali, di un bel rosa traslucido che dal centro sfuma verso l’esterno, con una tessitura sottile e setosa al tatto, ed un profumo molto dolce e persistente.

Rosa Blanche de Belgique

Origine: Vibert, Francia, 1817

Portamento: grande arbusto

Fioritura: Maggio/Giugno

Profumo: Molte intenso e dolce

 

Note: l'attribuzione a Vibert non è certa, è più probabile invece che si tratti di una varietà anteriore al 1817, proveniente dal Belgio e introdotta da Vibert nel suo catalogo.

Sebbene abbia una crescita vigorosa ed eretta, Blanche de Belgique è densa di foglie seghettate, opache e grigio-azzurrino, la tonalità tipica delle alba. I fiori sono bianco puro, con rare e soffuse lumeggiature rosa, sono di media dimensione e sbocciano singoli o a mazzi. Il loro profumo, definito da molti "superbo", qualcuno l'ha curiosamente assimilato ad un misto tra rafano e giacinto bianco.

Come tutte le alba, predilige i luoghi molto luminosi ma non troppo caldi

VIVAIO TARONI | 433, Via Della Pisana - 00163 Roma (RM) - Italia | P.I. 07307781000 | Tel. +39 06 66160845   - Cell. +39 320 7637199 | Fax. +39 06 66160845 | vivaiotaroni@gmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite